0

GOOGLE PRESENTA LA NUOVA APP FLOW: MAI PARCHEGGIO FU PIU’ FACILE!

Google punta a sviluppare il concetto di “smart-city”, presentando un nuovo gestionale per le moderne città.

flow

Si, anche le città possono essere definite intelligenti.

La tecnologia sta rivoluzionando in maniera sempre più accentuata il nostro modo di vivere, rendendo sempre più facili piccole azioni che prima potevano rappresentare veri e propri ostacoli nella quotidianità.

Ma, è possibile davvero abbandonare il vecchio concetto di città e avvicinarsi all’idea di una città sempre più smart? Certo, le potenzialità ci sono tutte, basta solo avere quel pizzico di coraggio in più, al fine di cominciare a camminare su di un nuovo sentiero, non più fatto di asfalto o sampietrini, ma hi tech. La smart-city ha già cominciato a vivere.

La nuova concezione di moderna città tecnologica tanto piace al colosso Google che, da poche settimane ha presentato la sua nuova creazione: il gestionale Flow, capace di rendere intelligenti le nostre città.

Sul The Guardian è possibile leggere la notizia ed è possibile soffermarsi sulla proposta fatta da Big G alla splendida capitale dell’Ohio: utilizzare il nuovo software sviluppato per migliorare la mobilità della città.

COME FUNZIONA FLOW E QUAL È IL SUO CONTRIBUTO PER RENDERE SMART LA CITTÀ?

Il nuovo software, sviluppato dall’azienda di Mountain View, aiuterebbe i cittadini, nello specifico gli automobilisti, nella ricerca del parcheggio. Un’azione semplice che, nel caos della quotidiana routine, diventa sempre più difficile. Nessuna paura, d’ora in poi Flow vi aiuterà e vi accompagnerà al parcheggio più vicino.

Sempre aggiornata in tempo reale, la nuovissima app Flow di Google indicherà tutti i parcheggi ancora liberi, avvisandovi direttamente attraverso la vostra automobile (dovranno essere montati appositi dispositivi) o sul vostro inseparabile smartphone.

Risultato? Addio stress da parcheggio e traffico più scorrevole. La città torna a respirare e i cittadini la godono nel pieno delle sue potenzialità, usufruendo dei suoi servizi nel migliore dei modi.

Forse, la definizione di smart-city potrebbe essere tradotta anche come “utilizzo razionale” di ogni singola area.

Un software che potrebbe essere molto utile anche per le forze di polizia: monitorando i dati trasmessi da Flow potranno intervenire in maniera mirata contro chi non rispetta le regole del codice della strada.

Flow ha tutte le carte in regola per migliorare le nostre città e per aiutare ogni singolo cittadino, ma quando arriverà in Italia?

Mariano Cheli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *